Trek a piedi

Sentieri della Val d'Aosta

Sentieri della Val d'Aosta

Val d'Aosta

RIFUGIO SELLA nel Parco del Gran Paradiso

Il Parco del Gran Paradiso merita a pieno il suo nome. Abbraccia un territorio pieno di boschi, larici e abeti, vaste praterie, rocce e ghiacciai che costituiscono lo scenario ideale per stambecchi, camosci, marmotte… Il Rifugio Sella è dedicato al grande alpinista e fotografo che diede impulso alla nascita del Club Alpino Italiano… Stambecchi che ti guardano sul sentiero con fare indolente, quasi a farti capire che sei tu l’intruso…Camosci, timidi, che fuggono appena fai un passo verso loro… Marmotte che rotolano lungo le rive del vallone… Cime che ti proteggano da quello che c’è al di là dei loro profili

Obiettivi specifici: stimolare lo spirito di osservazione volto alla conoscenza e alla comprensione dell’ambiente montano

Attività: escursioni a bassa quota e trek fino al Rifugio Sella

Alloggio: albergo a Cogne / Valnontey/Rifugio Sella

Durata: da due giorni in su

Val d'Aosta

RIFUGIO BENEVOLO nel Parco Nazionale del Gran paradiso

Il rifugio Gian Federico Benevolo si trova alla testata della Valle di Rhêmes Notre Dame. L'area dove sorge il rifugio vi sorprenderà in tutte le stagioni per la varietà del paesaggio e per le differenti possibilità di escursioni. La sua collocazione strategica lo rende meta ideale per passeggiate dove si possono ammirare bellissime cascate e prati ricchi di fiori dove le marmotte si riposano al sole.

Obiettivi specifici: stimolare lo spirito di osservazione volto alla conoscenza e alla comprensione dell’ambiente montano

Attività: escursioni fino al Rifugio Benevolo

Alloggio: Rifugio Benevolo

Durata: da due giorni in su

Val d'Aosta

CHAMOIS, balconata sul Cervino

La Gran Balconata del Cervino è il trekking migliore per scoprire la Valtournenche. Dai balconi naturali l’affaccio è sempre sul Cervino, lo scoglio più elegante delle Alpi. Trek a balcone per definizione, ha la peculiarità di svilupparsi orizzontalmente, anziché in verticale. Il dislivello da compiere – in salita e in discesa – è limitato: le articolazioni non si affaticano e la progressione sollecita la vista su scenari, dettagli e atmosfere, piuttosto che le gambe. È un modo di spostarsi molto estetico: un “gran bel camminare” da un belvedere all’altro e un caso unico in Valle d’Aosta.

Obiettivi specifici:  conoscere gli aspetti della montagna ed alcuni elementi dell’economia tradizionale alpina

Attività: escursione sui sentieri della balconata

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su

Val d'Aosta

Parco Naturale MONT AVIC

Parco del Mont Avic è stato istituito nell'ottobre 1989 al fine di conservare le risorse naturali presenti nell'alta valle del Torrente Chalamy . L'area oggetto di tutela è caratterizzata da aspetti paesaggistici estremamente suggestivi e da ambienti modificati in misura del tutto marginale dall'attività dell'uomo; l'accidentata orografia ha infatti limitato da sempre le tradizionali attività agro pastorali e, più di recente, ha impedito lo sviluppo del turismo di massa sia estivo, sia invernale. Le foreste del Parco, pesantemente depauperate in passato per far fronte alle esigenze dell'attività mineraria, hanno recuperato in buona parte le caratteristiche originali e offrono al visitatore uno spettacolo di rara bellezza.

 Obiettivi specifici: stimolare lo spirito di osservazione volto alla conoscenza e alla comprensione dell’ambiente montano e della funzione di un parco

Attività: escursione al Rifugio Barbustel, osservazione della fauna e dell’ambiente montano, visita a Centri Parco

Alloggio: Rifugio Barbustel

Durata: da due giorni in su

Val d'Aosta

MONT DE LA SAXE, balconata sul Bianco

“Una delle escursioni più piacevoli che si possono fare.” Così descriveva, nel 1893, la salita al Mont de la Saxe il famoso alpinista inglese Whymper. Sulle Alpi poche camminate conducono, senza difficoltà alcuna, a belvedere eccezionali come quello del Mont de La Saxe. Un terrazzo erboso fra la glaciale Val Ferret ed il verde solco della Val Sapin dominato dall’imponente sfilata delle guglie, vicinissime ed incombenti, del Monte Bianco

Obiettivi specifici:  conoscere gli aspetti della montagna ed alcuni elementi dell’economia tradizionale alpina

Attività: escursioni, osservazioni naturalistiche e lettura del paesaggio.

Alloggio:  Rifugio Bertone

Durata:  da due giorni in su