Trek a piedi

Sentieri dell'Emilia Romagna

Sentieri dell'Emilia Romagna

Emilia Romagna

Cascate dell'ACQUACHETA

Come quel fiume c'ha proprio cammino / prima del Monte Viso 'nver levante, / da la sinistra costa d'Apennino, / che si chiama Acquacheta suso, avante / che si divalli giù nel basso letto, / e a Forlì di quel nome è vacante, / rimbomba là sovra San Benedetto / de l'Alpe per cadere ad una scesa / ove dovea per mille esser recetto; / così giù d'una ripa discoscesa, / trovammo risonar quell'acqua tinta, / si che 'n poc'ora avría l'orecchia offesa.”  (Inferno, Canto XVI, 94/105)

Obiettivi specifici: conoscere un luogo “letterario”

Attività: escursione sino all’Acquacheta

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su

Emilia Romagna

SENTIERI di MATILDE

Riviviamo la storia di Matilde di Canossa attraversando gli antichi luoghi del suo grande feudo. Essi conducono ai castelli della Gran Contessa passando per antichi borghi incastonati in un incantevole paesaggio naturale. La lentezza del cammino permetterà di scoprire la grande suggestione del patrimonio artistico e storico lasciato dalla donna più importante del Medioevo.

Obiettivi specifici: conoscere territori carichi di storia

Attività: escursione lungo la Via Matilde di Castello in Castello

Alloggio: albergo oppure ostello

Durata: da due giorni in su

Emilia Romagna

BOBBIO e SAN COLOMBANO sulla Via degli Abati

San Colombano, definito da Papa Benedetto XVI “santo europeo” per il suo operato e per la precoce consapevolezza dell’unità culturale europea, è una figura centrale del monachesimo occidentale. Irlandese, nato a metà del VI secolo, partì dalla terra natìa insieme a dodici monaci per portare la parola Dio nel continente europeo, giungendo sino a Bobbio, nel Nord Italia, dove morì all’età di 73 anni.

Obiettivi specifici: conoscere la storia del luogo

Attività: escursione sulla Via degli Abati e ai borghi

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Emilia Romagna

PIETRA di BISMANTOVA

La Pietra di Bismantova è quel massiccio roccioso dall'inconfondibile ed isolato profilo a forma di nave che contraddistingue il paesaggio dell'Appennino Reggiano. Con una lunghezza di 1 km, una larghezza di 240 m ed un'altezza di 300 m, sull'altopiano che le fa da base, è un gigantesco esempio di erosione residuale.

Obiettivi specifici: conoscere territori selvaggi

Attività: escursione intorno alla Pietra

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Emilia Romagna

VALLE del DARDAGNA

L’alta valle del Dardagna è la più alpina dell’Appennino Bolognese e le sue praterie sommitali sono racchiuse dalla dorsale dell’ Appennino Tosco-Emiliano. Qui nasce il Torrente Dardagna, che poco più a valle, perde quota rapidamente formando delle bellissime cascate composte di diversi salti.

Obiettivi specifici: conoscere territori selvaggi

Attività: escursione lungo la valle

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Emilia Romagna

VIA VANDELLI

La via Vandelli nasce per volere del Duca di Modena, Francesco III d'Este che desiderava avere un sicuro accesso al mare sul territorio del ducato. Così il matematico Domenico Vandelli fu incaricato di disegnare il tracciato impervio di una strada per carrozze per attraversare l’Appennino; dopo dieci anni di lavori, la strada venne completata nel 1751.

Obiettivi specifici: conoscere territori carichi di storia

Attività: escursione lungo la Via Vandelli

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su

Emilia Romagna

VIA BIBULCA

La Via Bibulca, così chiamata perchè consentiva il passaggio di una coppia di buoi, cominciò ad essere praticata sia dalla tribù dei Frignati, i quali spesso si spingevano per le loro razzie fino a Lucca e a Pisa, sia dai Romani, efficienti organizzatori del territorio. Il percorso escursionistico della Via Bibulca ricalca l'originaria traccia storica che dall'ampia Valle del Secchia conduceva i viandanti a S. Pellegrino in Alpe.

Obiettivi specifici: conoscere territori carichi di storia

Attività: escursione lungo la Via Bibulca

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su

Emilia Romagna

VIA degli DEI da Bologna a Firenze

Il nome deriva probabilmente dai toponimi di alcuni monti attraversati, come Monte Adone, Monzuno (Mons Iovis, Monte di Giove), Mone Venere, Monte Lunario (Lua era la dea romana dell'espiazione).

Obiettivi Specifici: conoscere un'antica strada

Attività: escursioni lungo la Via degli Dei

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su

Emilia Romagna

VIA FRANCIGENA in Emilia

La Via Francigena è il percorso di un pellegrinaggio che da Canterbury portava a Roma e costituiva una delle più importanti vie di comunicazione europee in epoca medioevale. La storia narra che fu Sigerico, Arcivescovo di Canterbury, recandosi a Roma in visita al Papa Giovanni XV, a segnare l’inizio del cammino, determinando la nascita di uno dei più importanti itinerari di pellegrinaggio.

Obiettivi specifici: conoscere un’antica strada

Attività: escursione lungo la Via Francigena

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su

Emilia Romagna

VIA ROMEA NONANTOLANA

La Via Romea Nonantolana assunse  importanza strategice di tutto rilievo nel 752, permettendo il collegamento, attraverso il Passo della Calanca, con i ducati longobardi di Spoleto e Benevento. La strada fu quindi percorsa da milizie, corti reali, viandanti, pellegrini che si recavano a Roma.

Obiettivi Specifici: conoscere un'antica strada

Attività: escursioni lungo la Via Romea

Alloggio: albergo

Durata: da due giorni in su