Gite di un giorno

Città Invisibili

 Città Invisibili

Lombardia

MANTOVA...resa grande da dei mercanti di cavalli, i Gonzaga

Situata al centro della pianura padana, Mantova è stata fin dalle sue origini circondata dalle acque. I suoi primi insediamenti si svilupparono, probabilmente, già ai tempi degli Etruschi. Furono i Gonzaga, a partire dal XIV secolo, che diedero un forte impulso culturale e artistico alla città, delineandone l’attuale struttura urbanistica e architettonica. I signori di Mantova ospitarono a corte i più illustri artisti del tempo le cui opere contraddistinguono ancora oggi la città in tutto il suo splendore.

Obiettivi specifici: conoscere gli aspetti naturali dell’ambiente fluviale, conoscere i principali elementi storico-artistici di Mantova.

Attività: escursione in battello lungo il fiume, visita alla città, visita a Palazzo Ducale.

Alloggio: albergo situato a Mantova

Durata: da un giorno in su

Lombardia

MILANO...l’è un gran Milan, col coeur in man

La città del design e delle nuove tecnologie, dell' arte e della moda...quindi non solo economia e business a Milano ma anche creatività e inventiva. Non è un caso che Leonardo da Vinci abbia ritrovato nella terra di Sant'Ambrogio e di Alessandro Manzoni la cornice più adatta per realizzare grandi opere. È sufficiente soffermarsi un attimo di fronte all' Ultima Cena, trascorrere qualche ora nella Pinacoteca di Brera e nel Museo di Storia Naturale, farsi trascinare dagli scenari del Castello Sforzesco o lasciarsi coinvolgere dagli eventi musicali alla Scala per cogliere le idee che ispirarono artisti e letterati, scienziati e musicisti.

Obiettivi specifici: conoscere i principali elementi storico-artistici della città

Attività: visita “escursionistica” alla città e ad alcuni musei

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Piemonte

TORINO...dove nacque l’Italia, ma non solo

Da Taurasia a Torino ci sono due millenni e mezzo. La storia di una grande città è un’avventura, e quella di Torino non fa certo eccezione. Nel capoluogo subalpino sono passati imperatori, sono nati regni, ha transitato il potere che ha lasciato segni indelebili della propria presenza, si sono succedute fortune e sfortune. Tutto secondo l’inesorabile linea del tempo che ha condotto un piccolo villaggio pedemontano a diventare prima una città, poi la capitale di un regno, di una nazione, dell’automobile e infine la metropoli di oggi. Una metropoli che guarda il proprio passato ma che punta al futuro.

Obiettivi specifici: conoscere i principali aspetti storico-artistici nonché di costume della città

Attività: itinerari in città, visita a Venaria Reale

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Liguria

GENOVA ...no me rompe u belin

Genova è una ragnatela fitta di storie, di ricordi, di suoni e di sapori, ma è difficile da conoscere davvero... è come un gatto diffidente pronto ad allontanarsi e a fuggire. Cammineremo nel suo interno più autentico, nei carugi delle trattorie più tipiche, fra sacchi di cannella e canzoni di cantautori genovesi. Sapori: la focaccia, le farinate, il pesto, il Pigato e lo Sciacchetrà delle Cinque Terre, il minestrone, lo stoccafisso, le acciughe ripiene, la trippa in umido o il coniglio alla ligure...Profumi: il mare, ancora il mare e le spezie, nostrane ed esotiche... I "jeans" furono inventati a Genova o qui diedero soltanto spunto alla "tela genovese"...come fare il pesto seguendo le ricette originarie...

Obiettivi specifici: conoscere i principali elementi storico-artistici, nonché di costume, della città

Attività: Visita “escursionistica” alla città e ad alcuni musei

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Emilia

BOLOGNA di Dalla, Guccini...

La scuola bolognese dei cantautori esiste fin dagli anni settanta. Bologna, con la sua Università, il conservatorio, le balere, i locali notturni e le osterie, ha sempre “ospitato” numerosi musicisti e orchestrali. Una città ricca di arte, storia e cultura, ma anche di gusto materiale e godereccio per la vita, ha creato il terreno fertile per la nascita di tanti cantautori… Vasco Rossi, Zucchero, Lucio Dalla, Francesco Guccini e Samuele Bersani...

Obiettivi specifici: conoscere una città attraverso la musica ed i testi di coloro che l’hanno celebrata in musica

Attività: itinerari “musicali” in città

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Emilia

PARMA ...non solo parmigiano e culatello...

Fino al 1513 il territorio del Ducato di Parma fu parte del ducato di Milano sotto gli Sforza, quindi passò sotto la Francia. Nel 1512 Massimiliano Sforza riottenne il governo di Milano, ma lo Stato Pontificio annetté i territori a sud del Po. Nel 1545 il Papa Pio III creò il Ducato di parma e Piacenza per destinarlo a suo figlio Pier Lugi. Il Ducato durò oltre tre secoli, passando poi dai Farnese ai Borbone. Nel 1859 i territori ducali furono annessi al Regno di Sardegna tramite il referendum del 5 marzo 1860.

Obiettivi specifici: conoscere i principali aspetti storico-artistici nonché di costume della città

Attività: itinerari in città

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Veneto

Verona...grazie al grande Bardo

“Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte. E quindi dire esilio è dire morte con altro termine, falso ed improprio; e tu, a chiamar esilio la mia morte, mi mozzi il capo con un'ascia d'oro, e sorridi del colpo che m'uccide. “

(William Shakespeare, Romeo e Giulietta,

atto III, scena III).

Obiettivi specifici: conoscere i principali aspetti storico-artistici nonché di costume della città

Attività: itinerari in città

Alloggio: albergo

Durata: da un giorno in su

Veneto

VENEZIA “SCONTA” ...alla ricerca di Corto Maltese

Venezia, costruita su canali, barene, lagune rappresenta un patrimonio ambientale e paesaggistico unico. In questo strano territorio, a metà fra l’acqua e la terra, il sovrapporsi di elementi naturali ed umani determina un sistema particolarmente fragile e soggetto ad equilibrio delicatissimo. Entreremo in questo mondo in modo insolito cercando i suoi aspetti più nascosti, seguendo itinerari legati ad aspetti storico-artistici e alle caratteristiche ambientali di questa città, così ricca di atmosfere e suggestioni, sottese dall’onnipresente presenza del mare.

Gli itinerari proposti vanno alla scoperta di una Venezia lontana dai turisti, piena di disegni, di fantasia, di consigli pratici attraverso capolavori nascosti da scoprire, campielli sconosciuti, pietre ricche di storia, fiabe e leggende da conoscere… Venezia appartata, magica, nascosta al turismo di massa… la Venezia di Corto Maltese e dei veneziani da gustare con lo stato d’animo giusto… Andremo alla scoperta della città e dei suoi angoli più nascosti (nel vero senso del termine) mettendo in funzioni i vostri sensi: l’olfatto per sentire la “puzza” e gli odori di Venezia, il tatto per sentire con mano le pietre che la compongono, la vista per godere di paesaggi unici al mondo, l’udito per ascoltare i mille rumori di una città non monopolizzata dalle auto, il gusto per assaggiare le specialità della laguna…

Obiettivi specifici: conoscere i principali fattori ambientali e antropici che regolano il delicato equilibrio della città lagunare; scoprire il fascino di vivere in una città senz’auto

Attività: itinerari “segreti” in città sulle orme di un illustre veneziano di adozione, Hugo Pratt, attraverso il suo alter-ego Corto Maltese , caccia al tesoro in Piazza San Marco

Viaggio: treno o pullman

Alloggio: albergo a Venezia o Mestre/Marghera

Durata: da un giorno un su